Il Psg vince 3-2 a Monaco l’andata dei quarti contro il Bayern: decisiva una doppietta di Mbappè

La squadra di Pochettino gioca una gara perfetta in fase offensiva e vince 3-2. Bayern ha predominio e crea occasioni ma è impreciso

Kylian Mbappè

Kylian Mbappè

Globalsport 7 aprile 2021Globalsport

Il Paris Saint Germain è ad un passo dalla semifinale di Champions: vince a Monaco per 3 a 2 decisivo Mbappè.

Non bastano al Bayern i gol di Choupo-Moting nel primo tempo e di Muller nel secondo.

 

Il primo tempo si è concluso 1-2 per il Psg, decisivo Mbappè, autore di un gol nei primi minuti, raddoppia poi il compagno Marquinhos.

Al 37’ dopo innumerevoli occasioni trova la rete anche il Bayern con Choupo-Moting.


Nella ripresa di gioco, nonostante una svista difensiva che ha creato un’occasione preziosa al Psg, i tedeschi vogliono il gol del pareggio, che arriva al 60’ con un gol di testa di Muller,  il Bayern predomina in gran parte della ripresa, creando occasioni, ma non basta: al 68’ con un’accelerazione improvvisa contropiede del PSG, che con due passaggi arriva in porta: Di Maria per Mbappé che può volare via in campo aperto, rientra sul destro e aggira il recupero di Boateng con una geniale conclusione sul primo palo.

Il Bayern crea altre due occasioni con Coman e Alaba, ma non bastano: martedì 13 aprile in casa del Psg per il ritorno dovranno cercare di ribaltare il risultato.


A Monaco si gioca l’andata dei quarti di finali di Champions League fra Bayern Moncao e Paris Saint-Germain, sotto una fitta nevicata.

Diverse le occasioni di gol per il Bayern, ma per adesso ad avere la meglio sono i francesi: nei primi minuti Mbappè: Neymar innesca Mbappé, il francese infila Neuer con un tiro potente da dentro l'area.

Il portiere tedesco tocca la sfera, ma non basta.

Al 28’ arriva il vantaggio con Marquinhos su assist di Neymar, Marquinhos sorprende alle spalle la difesa e tutto solo davanti a Neuer non sbaglia.

Grave l’errore della difesa del Bayern, che però non si scoraggia e al 37’ Choupo-Moting accorcia le distanze realizzando una rete con un colpo di testa.