Juventus-Napoli, arrivate le motivazioni della sentenza: “No malafede, applicate le norme”

Depositate le motivazioni della sentenza sul ricorso del Napoli sulla mancata gara di campionato contro al Juventus

Allianz Stadium

Allianz Stadium

Globalsport 7 gennaio 2021Globalsport

Sono state depositate le motivazioni della sentenza del Collegio di garanzia che ha accolto il ricorso del Napoli. Il 4 ottobre 2020 non si era presentato a Torino per disputare la partita contro la Juventus, dopo la positività di Zielinski ed Elmas.


In primo grado ed appello, il giudice sportivo aveva considerato la partita persa e concesso la vittoria a tavolino per la Juventus 3-0 e un punto di penalizzazione in classifica per il Napoli.


La sentenza è stata cancellata dalle Sezioni Unite del Collegio di Garanzia perché il Napoli avrebbe regolarmente rispettato il protocollo Figc "Vigente all'epoca dei fatti di causa, che rimandava, con riferimento alla procedura da osservare in caso fosse accertata la positività al Covid-19 di un calciatore, alla circolare del Ministero della Salute del 18 giugno 2020 e, dunque, all'esclusiva competenza della Asl territorialmente competente". Rispetto a quell'atto normativamente superiore della Asl, "Cedono tutte le norme federali incompatibili con il medesimo". Ne consegue che seguendo le indicazioni della Asl il Napoli "Ha agito senza malafede e in piena coerenza con quanto stabilito dalla normativa vigente e, che, di conseguenza, nessuna responsabilità può essere addebitata alla società in questione".


La partita dovrà essere rigiocata.