Champions, Pirlo: “Domani deciderò la formazione. Alla squadra serve tempo”

L’allenatore della Juve prima della Dinamo Kiev: “Dybala era arrabbiato, vedremo se giocherà, Morata partirà dall’1’. Sono contento di incontrare Lucescu”. Chiellini: “Importante fare risultato”

Pirlo Juventus

Pirlo Juventus

Globalsport 19 ottobre 2020Globalsport

Un Andrea Pirlo concentrato e carico quello che ha parlato quest’oggi alla vigilia della sfida di Champions League contro la Dinamo Kiev.


Prima di tutto un pensiero sull’allenatore che avrà di fronte domani, Mircea Lucescu, che lo ha fatto esordire in Serie A: “Mi ha portato in prima squadra a 15 anni e mi ha fatto esordire a 16, ho un bel ricordo di lui e lo ringrazierò per sempre. Ogni tanto lo sento ancora e domani ci sarà l’occasione di sfidarci su questo campo. È un allenatore che conosco bene. Ognuno ha le sue idee e cercheremo di metterci in difficoltà l’un l’altro domani come capita a tutti gli allenatori”.


Sulla formazione che scenderà domani in campo: “Cristiano Ronaldo purtroppo ha il Covid ed è assente, ma abbiamo altri giocatori che possono giocare al suo posto come ha fatto Morata sabato. Il resto dell’attacco lo vedremo domani, ma non penso che in quella posizione cambieremo altro. Guarderò chi è a disposizione e chi starà meglio. Abbiamo giocatori adatti per una grande partita e non ho problemi a sceglierne 11. Siamo una squadra che ha bisogno di tempo per lavorare, crescere e mettere in campo quello che proviamo durante la settimana”.


Per la situazione Dybala, che avrebbe espresso il suo dissapore per lo scarso utilizzo fin qui: “Ho parlato con lui ieri, così come faccio con tutti. Era arrabbiato per non aver giocato sabato, ma viene da tre mesi di inattività, poi è stato 10 giorni in camera per un virus intestinale e si è allenato un po’ solo venerdì. Volevo fargli fare qualche minuto a Crotone, ma siamo rimasti in 10 e non è stato possibile. Lui è a disposizione, domani vedremo”.


Sulle emozioni della Champions e sul vincere la competizione: “Sono tranquillo e lascio un po’ più di tensione ai miei giocatori. Sono sereno e non vedo l’ora di disputare la mia prima gara da allenatore in Champions. Sarà  una partita fondamentale per proseguire il girone con maggior sicurezza e tre punti in più. Dobbiamo cercare di vincere, sappiamo quello che dobbiamo fare. Anche in Champions proveremo a vincere. Se saremo più bravi bene, ma lotteremo comunque fino alla fine”.


 


Ha parlato anche il capitano della Juventus Giorgio Chiellini: “Ogni stagione si parte per provare a vincere, poi se si è tra i favoriti o meno a noi interessa relativamente. Siamo consapevoli dei cambiamenti, che erano necessari, ma c’è ambizione di ambire a grandi traguardi. Il tempo ci dirà dove potremo arrivare, ma l’importante adesso sarà fare risultato”.


Poi conclude: “Dare un tempo su quando la vedremo è difficile, non abbiamo lavorato tutti insieme e lo dimostrano queste settimane. Dobbiamo migliorare ed amalgamarci con tutti i nuovi arrivati, ma l’importante è vincere. Già da domani, aspettando il tempo di costruzione della squadra, sarà importante fare risultato”.