La Roma surclassa il Benevento, all'Olimpico finisce 5-2

La Roma batte il Benevento e sale in classifica al 7° posto. La partita giocata a colpi di rigori, 1 per ogni squadra. Dzeko è l'unico a segnare una doppietta.

L'attaccante della Roma Pedro

L'attaccante della Roma Pedro

Globalsport 18 ottobre 2020Globalsport
Al 90'+ 3' la partita termina con una gloriosa vittoria per la Roma. 
Carles Perez segna il 5° gol della Roma all'89' e infrange ogni possibilità di recupero per il Benevento che esce inevitabilmente sconfitto.
Raffica di cambi per la Roma tra il 70' e l'80' minuto di gioco, vengono sostituiti: Veretout, Santon, Pedro e  Ibanez; due invece i cambi per il Benevento tra l'82' e l' 83'.
La furia della Roma non si ferma e travolge il Benevento con il 4° gol giallorosso della partita; il gol è una doppietta di Dzeko, il quale, servito da Mkhitaryan, tira un calcio al pallone che finisce nella rete avversaria.
Veretout calcia il rigore al 69' di gioco e spiazza Montipò con un tiro destro.
Al 66' il lancio di Dzeko in area sulla destra per Pedro causa a quest'ultimo una caduta al contatto con Montipò, l'arbitro decide per il rigore alla Roma, ma prima attende l'esito del Var che dà esito positivo.
Dopo 10' dal gol del pareggio, Santon viene ammonito per un fallo da dietro a centrocampo ai danni di Caprari.
Al 55' Lapadula tira il rigore che viene respinto con le mani da Mirante, ma la palla rimbalza sulle gambe dell'attacante del Benevento, il quale con un altro tocco, infila la palla in rete; Pareggio di 2-2 tra Roma e Benevento.
La voglia di riscatto del Benevento si fa sentire fin dai primi momenti di gioco e le azioni da parte di questa si moltiplicano; al 53', un fallo di Veretout nei confronti di Ionita, fa tirare fuori il cartellino giallo all'arbitro per il giocatore della Roma ed assegna conseguentemente un calcio di rigore in favore del Benevento.
Inizia il 2° tempo della partita.
Al 45'+ 4' finisce il Primo Tempo.
Nei 3' minuti di recupero assegnati dall'arbitro, la Roma segna il 3° gol della partita; Mkhitaryan tira la palla passatagli da Crisante, ma, proprio poco prima della fine, il gol viene annullato dall'arbitro per un fuorigioco manifesto.
Un'ammonizione arriva anche per il Benevento a causa di proteste da parte di Caprari.
Doppietta per la Roma che ribalta il risultato con un gol di Dzeko al 35' minuto grazie ad un destro rasoterra, la palla si infila nella porta avversaria.
Al 33' viene ammonito Ibanez per un fallo ai danni di Dabo.
Il tanto agognato gol del pareggio per la Roma arriva al 31', con un potente sinistro di Pedro che piega le mani a Montipò e lo ammutolisce.
Dopo la verifica, Ayroldi fa riprendere il gioco segnalando una posizione di fuorigioco.
Al 24' Pedro crossa dal fondo sulla sinistra e cerca Mkhitaryan in mezzo, c'è un colpo di testa deviato da Foulon con Montipò raccoglie il pallone; l'arbitro chiede l'intervento del Var per constastatare che Foulon abbia effettivamente toccato la palla con il petto o con il braccio per assegnare eventualmente un calcio di rigore in favore della Roma.
La Roma, un pò spiazzata dal gol repentino del Benevento, si ricompatta e prova a mettere in rete la palla con doppio calcio d'angolo al 13' e 14', ma entrambi i tentativi risultano vani.
Il Benevento parte carico e segna al 5' di gioco, il gol è firmato da Caprari che controlla la palla, si gira e calcia di destro; la palla deviata dal piede di Ibanez, si impenna e scavalca Mirante con una parabola.
La Roma è entrata in campo con la classica maglia giallorossa e con il 4-2-3-1, mentre il Benevento opta per la divisa bianca e per il 4-3-2-1.
La prima è 8° in classifica e al momento conta nel pallottoliere 2 partite vinte e una persa, mentre la Roma chiude la top ten con una sola parita vinta, una persa e una pareggiata.
Nell'ultima partita della 4 giornata di serie A, alle 20:45 entrano all'Olimpico le due squadre sfidanti, la Roma e il Benevento; ad arbitrare ci sarà Ayroldi.