Vivere più a lungo con i farmaci che combattono l'alta pressione sanguigna

Ovviamente si tratta di medicinali prescritti dai medici in base alle esigenze del soggetto. Lo studio, realizzato in America, ha valutato i dati di oltre un milione e trecentomila persone per svariati anni

L'ipertensione nelle persone anziane

L'ipertensione nelle persone anziane

Salute 5 settembre 2020Salute
Le persone anziane e fragili con problemi di salute possono vivere più a lungo se assumono i farmaci per la pressione sanguigna prescritti dai loro medici, secondo uno studio pubblicato nel numero di agosto 2020 della rivista Hypertension .
Ricerche precedenti suggeriscono che, in generale, le persone anziane traggono beneficio dai farmaci per la pressione sanguigna. Ma gli studi di solito non includono pazienti con più condizioni mediche, perché il mix di problemi di salute rende i risultati difficili da interpretare.

Il nuovo studio si è basato sui dati di quasi 1,3 milioni di persone di età pari o superiore a 65 anni con tre o più prescrizioni di farmaci per la pressione sanguigna nel periodo compreso tra il 2011 e il 2012. Nei successivi sette anni, i ricercatori hanno monitorato la percentuale di soggetti che ha continuato a prendere i farmaci.

Rispetto alle persone che non assumevano regolarmente i farmaci per la pressione sanguigna (meno del 25% delle volte), coloro che assumevano le pillole più del 75% delle volte hanno avuto meno probabilità di morire durante lo studio. Coloro che hanno iniziato in buona salute avevano il 44% di probabilità in meno di morire, ma anche quelli che erano in cattive condizioni di salute hanno visto un beneficio: il 33% in meno di probabilità di decessi.