Per Di Maio “Taranto non ha un museo archeologico degno”. Invece c'è

La direttrice Degl’Innocenti twitta al vicepremier: “La invito, il Marta è uno dei musei più importanti al mondo e il primo sulla Magna Grecia”

Un interno del Marta – Museo nazionale archeologico di Taranto

Un interno del Marta – Museo nazionale archeologico di Taranto

redazione 12 settembre 2018Culture

Taranto, oltre all’Ilva, ha uno dei musei archeologici più ricchi di reperti d’altissimo livello d’Italia, e la Magna Grecia è la sua forza. È il Marta, Museo Nazionale Archeologico di Taranto. Ma il vicepremier Luigi Di Maio non lo sa o finge di non saperlo. A “Cartabianca” di Rai3 con Bianca Berlinguer il leader governativo dei Cinque Stelle parlando dell’Ilva dopo l’accordo con i nuovi acquirenti di ArcelorMittal ha esclamato: “Investiremo comunque in un'università e nel turismo a Taranto. Quella è l'area con i reperti archeologici più grande di tutta la Magna Grecia e non ha dei musei degni di quell'area".
Il capoluogo ionico senza un museo di livello adeguato sulla Magna Grecia? L’istituto esiste, ha 131 anni di storia, l’ex ministro dei Beni culturali Dario Franceschini nel 2014 lo ha inserito tra primi venti dotati di autonomia e di un direttore nominato dal ministro stesso. La raccolta espone Ori di Taranto, mosaici, sculture, comprende pezzi dalla Preistoria all’Alto Medioevo, nel 2016 l’allora premier Matteo Renzi ha inaugurato il secondo piano.


A Di Maio Eva Degl’Innocenti, direttrice dal 2015, su Twitter ha risposto con un velo di ironia: "Egregio ministro Luigi Di Maio sarei molto onorata di poterla accogliere nel museo archeologico più importante della Magna Grecia, che ha sede proprio a Taranto, uno dei musei archeologici più importanti al mondo". Un’altra gaffe di Di Maio? Che lo faccia apposta? Pare che lo staff di Trump inserisca errori grammaticali volutamente nei tweet perché ciò farebbe sentire il presidente stramiliardario più “uomo comune” a tanti americani. Che il vicepremier segua l’esempio?


Il Marta, Museo Nazionale Archeologico di Taranto