Corea del Nord: gli Usa vogliono usare armi chimiche contro di noi

La pesante accusa del regime di Pyongyang contro Washington: "Usa criminali, non si faranno scrupoli a usare armi biochimiche per sterminare la nazione coreana".

Kim Jong-un e i generali dell'esercito nordcoreano

Kim Jong-un e i generali dell'esercito nordcoreano

globalist 21 aprile 2017

Accuse pesantissime della Corea del Nord nei confronti degli Stati Uniti: Pyongyang ha accusato Washington di voler scatenare una guerra biochimica. Lo ha scritto l'agenzia di stampa del regime Kcna, citando un portavoce del "Comitato nazionale per la verità sui crimini dei GI".


"Gli Stati uniti hanno rivelato pienamente il loro scenario criminale non facendosi scrupoli di usare armi biochimiche per sterminare la nazione coreana per realizzare la loro violenta ambizione di dominare il mondo", ha detto il portavoce. "Recentemente - ha continuato - gli Usa sono stati impegnati a far circolare indiscrezioni sulla 'minaccia biochimica' della Repubblica democratica popolare di Corea (Dprk, Corea del Nord, ndr.). Nascondendo così il loro sinistro disegno di garantirsi un pretesto per scatenare una guerra biochimica contro la Corea".


La Kcna, inoltre, ha aggiunto che "l'aggressore imperialista Usa presente in Corea del Sud", ha portato equipaggiamento al porto di Pusan per procedere con il "Piano Jupiter, uno scenario per una guerra biochimica contro il Nord".La Corea del Nord, secondo il portavoce, non si farà comunque spaventare. "La Dprk non rimarrà spettatrice passiva delle mosse Usa per provocare una guerra biochimica, ma concluderà il conflitto con gli Usa, l'impero del male, spazzandolo via dalla faccia della terra".