Borussia Dortmund, fermato il presunto attentatore: voleva speculare in Borsa

Ha agito per motivi finanziari. Inoltre avrebbe tentato di depistare le indagini, producendo false tracce sulla responsabilità dell'Isis.

Agenti davanti allo stadio del Borussia Dortmund

Agenti davanti allo stadio del Borussia Dortmund

globalist 21 aprile 2017

E' stato arrestato in Germania un uomo di 28 anni, sospettato di essere l'autore dell'attacco contro l'autobus della squadra del Borussia Dortmund, avvenuto l'11 aprile scorso prima dell'anadata dei quarti di finale di Champions League. Lo hanno reso noto le autorità tedesche. 


Si tratta di Sergej W., un uomo con la doppia cittadinanza tedesca e russa fermato nell'area di Tubinga, una città nel sudovest del Paese, nel Land del Baden-Wuerttemberg. Nell'attentato sono rimasti feriti un giocatore del Dortmund, Marc Bartra e un poliziotto. 


L'uomo, secondo le prime notizie trapelate dalla procura, avrebbe agito per motivi finanziari, prevedendo che le azioni della squadra sarebbero scese in Borsa dopo l'attacco. Avrebbe tra l'altro tentato di depistare le indagini, producendo false tracce sulla responsabilità dell'Isis.