I presunti jihadisti arrestati in Francia progettavano attentato alla Tour Eiffel

Nuovi elementi sono emersi dall'analisi dei computer di Sarah e Thomas, i due sospetti di 16 e 21 anni.

Tour Eiffel

Tour Eiffel

globalist 13 febbraio 2017

Erano tre gli obiettivi individuati da Sarah e Thomas, i due presunti attentatori di 16 e 21 anni fermati venerdì scorso nella zona di Montpellier insieme a due altre persone, con circa 70 grammi di esplosivo Tatp: la Torre Eiffel, la piazza della Comédie a Montpellier o una discoteca.


Questi sono alcuni elementi emersi dall'analisi dei computer dei due presunti jihadisti legati all'Isis. I sospetti sono stati trasferiti nel fine settimana alla direzione generale dell'antiterrorismo a Levallois-Perret, alle porte di Parigi.


La Tour Eiffel è considerata da tempo uno degli obiettivi sensibili della capitale francese, tanto che si sta pensando di metterla sotto vetro per proteggere i visitatori da un possibile attentato.