Il razzismo del deputato di Afd: Noah Becker è un piccolo mezzo negro

Il deputato tedesco di estrema destra se la prende con il figlio della leggenda del tennis Boris che aveva denunciato insulti per il colore scuro della sua pelle

Noah Becker

Noah Becker

globalist 3 gennaio 2018

Sono post nazisti, sono di estrema destra. Sono di Alternative für Deutschland (Afd) un partito che raccoglie consensi per le dichiarazioni di carattere razzista dei suoi deputati. Oggi è toccato a Jens Maier, che ha definito su twitter il figlio del celebre tennista Boris Becker, il 23enne Noah Becker, «un piccolo mezzo negro», come riportano i media tedeschi.
Il figlio della leggenda del tennis aveva dichiarato di recente che Berlino, paragonata a Londra o New York, è «una città bianca» e che lui personalmente «era stato attaccato a causa del colore scuro della sua pelle». Il tweet del deputato dell'Afd, rimosso velocemente dalla rete, voleva essere una risposta alla critica del giovane Becker alla città tedesca.
Il leader dell'Afd, Alexander Gauland, ha preso le distanze dall'espressione del collega di partito. «Non è questo il mio stile», ha precisato. L'autore del messaggio si è successivamente messo in contatto con il quotidiano Bild per chiarire che il suo messaggio era stato composto da un collaboratore, non da lui in persona.
Prima del suo ingresso nel parlamento tedesco, Meier era un giudice civile.
Per la cronaca. Boris Becker era stato sposato con la modella afroamericana Barbara Feltus Pabst, dalla quale ha avuto due figli, Noah Gabriel ed Elias Balthasar.

commenti