Disoccupazione e inflazione: Teheran fa i conti con la crisi e la gente che scende in piazza

Dopo i 50 arresti a Mashhad, nuove proteste contro il fallimento della lotta alla disoccupazione ed all'inflazione. Duro il commento del Dipartimento di Stato americano

Hassan Rohani

Hassan Rohani

globalist 30 dicembre 2017

"Il governo iraniano dovrebbe rispettare i diritti del suo popolo, incluso quello di espressione. Il mondo sta guardando". Lo scrive in tweet la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, in merito alle manifestazioni degli ultimi giorni in Iran. Tweet poi ripostato dal presidente Donald Trump.
Ci sono notizie di "proteste pacifiche dei cittadini iraniani stufi della corruzione del regime e dello sperpero di ricchezze nazionali per finanziare il terrorismo all'estero", aggiunge la portavoce.


Proteste in strada. In seguito all'arresto di 50 manifestanti a Mashhad, la seconda città del Paese, nuove proteste ci sono state in Iran contro la disoccupazione e l'inflazione.
Il primo vicepresidente dell'Iran, Eshaq Jahangiri, ha accusato gli oppositori del governo di essere dietro queste proteste. "Alcuni incidenti avvenuti nel Paese (hanno avuto luogo, ndr) con il pretesto di problemi economici, ma sembra che ci sia qualcos'altro dietro di loro", ha detto Jahangiri, citato dalla televisione di stato Irib.
"Sono sicuro che (tutto questo, ndr) si rivolterà contro di loro", ha detto.
Il vicegovernatore di Teheran, Mohsen Hamedani, ha affermato che "meno di 50 persone" si sono riunite nelle piazze pubbliche venerdì e che alcuni di loro sono stati arrestati per aver rifiutato di obbedire alle forze dell'ordine.
Gli Stati Uniti "hanno fermamente" condannato venerdì l'ondata di arresti. "La leadership iraniana ha trasformato un Paese prospero con una ricca storia e cultura in uno Stato canaglia alla deriva, che esporta principalmente violenza, spargimenti di sangue e caos", ha detto in una nota la portavoce del Dipartimento di Stato, Heather Nauert.
"Esortiamo tutti i Paesi a sostenere pubblicamente il popolo iraniano e le sue richieste di diritti fondamentali e la fine della corruzione", ha detto Nauert.
Le centinaia di manifestanti di Mashhad, nel nord-est dell'Iran, hanno scandito slogan denunciando il fallimento del governo del presidente Hassan Rohani di fronte ai gravi problemi economici del Paese.

commenti