Il presidente di Media Vice sospeso dopo essere stato accusato da alcune dipendenti

Con Andrew Creighton sospeso anche Mike Germano, capo dell'ufficio digitale. Il provvedimento necessario per condurre una inchiesta interna sulle accuse

Andrew Creighton

Andrew Creighton

Due alti dirigenti di Vice Media - un colosso da sei miliardi di dollari - sono stati sospesi sulla scia delle accuse di molestie sessuali rivelate dal New York Times poco prima di Natale.
Secondo una nota interna inviata martedì ai dipendenti, il presidente del gruppo, Andrew Creighton, e il capo dell'ufficio digitale, Mike Germano, sono stati sospesi per il tempo necessario a condurre su di loro un'indagine.
The New York Times aveva riferito di avere scoperto l'esistenza di quattro accordi extragiudiziali, relativi ad accuse di molestie sessuali o diffamazione che coinvolgevano dipendenti Vice Media. Uno di questi accordi riguardava appunto Andrew Creighton.
Il quotidiano ha raccolto anche le testimonianze di oltre venti donne che hanno sostenuto di essere state vittime o testimoni di episodi di ''cattiva condotta sessuale'': baci forzati, avances sessuali non consensuali, molestie. Due delle donne avevano accusato esplicitamente Germano.
Tra le donne oggetto di molestie c'è anche Martina Veltroni, figlia 30enne dell’ex segretario del PD, che, all’inizio dello scorso anno, ha denunciato il suo capo, Jason Mojica, che si sarebbe vendicato ostacolandola nel lavoro. Lui è stato licenziato, lei risarcita dall’azienda per il danno subito.
In una dichiarazione rilasciata poco dopo la pubblicazione dell'articolo del New York Times, i fondatori di Vice Media, i canadesi Shane Smith e Suroosh Alvi, avevano riconosciuto che la loro azienda aveva "fallito (nel tentativo di..., ndr) creare un ambiente di lavoro sicuro e inclusivo dove tutti, soprattutto le donne, possono sentirsi rispettati e fiorenti.
Vice Media è stata fondata nel 1994 come rivista controculturale di Montreal. Nel corso del tempo, è diventato un'organizzazione media di livello mondiale.

commenti