Tragedia a Pavia: uno steward travolto e ucciso su una pista di motocross

L'impianto è stato subito chiuso e le prove sono state sospese. I carabinieri hanno avviato gli accertamenti per identificare i responsabili dell’incidente

Pista di motocross di Ottobiano

Pista di motocross di Ottobiano

globalist 30 dicembre 2017

Hanno travolto e ucciso uno steward di 68 anni della pista di motocross di Ottobiano, in provincia di Pavia. Ma non si sono fermati a soccorrere l'uomo e per ore non si sono assunti la responsabilità dell'accaduto. Due motociclisti, entrambi cittadini francesi, sono stati denunciati a piede libero per omicidio colposo e omissione di soccorso. Intorno alle 15 di ieri i due, un 30enne e un minorenne, stavano eseguendo assieme ad altri motociclisti i giri di prova sul circuito di motocross di Ottobiano.


Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, durante la fase di atterraggio a termine di un dosso, il 30enne, in sella a una moto Ktm, ha investito involontariamente l’uomo, steward del circuito e pensionato di origine milanese di 68 anni, residente a Cilavegna, in provincia di Pavia, facendolo cadere a terra. Subito dopo il minorenne, alla guida di una Yamaha, lo ha travolto. Ma i due, nonostante l'incidente, hanno continuato la loro corsa, senza avvertire i soccorsi. Il personale del 118 è intervenuto immediatamente sul posto, ma il 68enne è morto durante le operazioni di rianimazione.


L'impianto è stato subito chiuso e le prove sono state sospese. I carabinieri hanno avviato gli accertamenti per identificare i responsabili dell’incidente, controllando tutte le moto presenti sul circuito e interrogando i testimoni. Dopo alcune ore, i due motociclisti hanno ammesso le loro responsabilità ai militari. Il 30enne è stato deferito alla Procura di Pavia e il minore al tribunale per i minorenni di Milano.