Attenti ai cani: le loro leccate provocano la setticemia

E' successo in Inghilterra dove una anziana signora ha rischiato di morire a causa del Capnocytophaga canimorsus, batterio pericoloso per l'essere umano.

Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

globalist 3 luglio 2016

Il vostro cane o il vostro gatto vi lecca spesso la faccia o le mani? State attenti perché potrebbe mettere a rischio la vostra vita. La colpa è di un batterio, il Capnocytophaga canimorsus, che, entrando in contatto con le mucose umane, può provocare la setticemia, un'infezione generalizzata a tutto l'organismo e determinata dal passaggio nel sangue di batteri provenienti da focolai infettivi.


A mettere in guardia dal rischio è stato recentemente il  British Medical Journal Case Reports, che ha riportato sulle sue colonne il caso di una settantenne pensionata, non fumatrice e bevitrice occasionale, finita in terapia intensiva per una grave e rarissima forma di setticemia, causata dal suo cagnolino. La donna si è stata salvata per l’intervento di un parente che l’ha sentita farfugliare al telefono e ha chiamato i paramedici. Giunta in ospedale, la signora è stata ricoverata e aveva dato segni di ripresa: dopo quattro giorni era sopraggiunta una grave insufficienza renale e i successivi esami del sangue avevano quindi evidenziato un'infezione da Capnocytophaga canimorsus.