Piero Angela liquida i no vax: la velocità della luce non si decide ad alzata di mano

Piero Angela e Roberto Burioni ospiti in tv: quando sono nato la speranza di vita era di 52 anni. Lo devo solo alla scienza se ne ho quasi 90

Piero Angela

Piero Angela

globalist 11 giugno 2017

Parole da applausi. Scienza e rigore scientifico da una parte, mentre dall'altra c'è un indistinto ululare di apprendisti stregono, complottisti e ignoranti che spacciano le loro convinzioni per verità assolute.
Di fronte a questo Piero Angela ha risposto con una frase che mette a confronto il metodo scientifico rispetto alle leggende metropolitane. "La velocità della luce non si decide ad alzata di mano, a maggioranza".
Insomma la parola d'ordine è: "Fidatevi della scienza". Piero Angela e Roberto Burioni sono stati ospiti della puntata di In Mezz'Ora per parlare di vaccini, un tema da settimane al centro di un'accesa polemica non solo politica. "C'è tendenza in gran parte delle persone ad avere un pensiero magico. A volte non si contesta la scienza ma l'applicazione tecnica della medicina.Fidatevi dei medici, sono persone serie che hanno studiato e faticato, su una base di un'onestà intellettuale che la scienza richiede. I galilei non sono quelli che vendono il pensiero magico ma quelli che ci hanno permesso di essere qui", ha quindi detto il divulgatore più noto d'Italia".
Angela ha detto frasi fin troppo condivisibili ma, nel clima attuale, le parole sono perfino sembrate rivoluzionarie: "Quando sono nato io la speranza di vita era di 52 anni. Lo devo solo alla scienza se ne ho quasi 90"
E ancora: "Burioni minacciato di morte? La mia è stata annunciata più volte".
Il rigore scientifico contro il complottismo. Del resto la scienza è messa sempre in discussione. Le teorie scientifiche possono essere migliorate, affinate, confutate. Ma sulla base di prove, documenti, ricerche, esperimenti. Non sulla base delle moderne superstizioni.