Mozione di sfiducia nei confronti del ministro Poletti

"Nelle ultime settimane il suo comportamento è risultato inadeguato al suo ruolo, esprimendosi in più di un'occasione con un linguaggio discutibile e opinioni del tutto inaccettabili"

Poletti

Poletti

globalist 21 dicembre 2016

In Senato questa mattina è stata depositata una mozione di sfiducia nei confronti del ministro del Lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, firmata dai senatori di Sinistra italiana, del Movimento 5 Stelle, della Lega nord e di alcuni senatori del Gruppo Misto.


"Il ministro - è scritto nella mozione di sfiducia - ha nelle ultime settimane dato riprova di un comportamento totalmente inadeguato al suo ruolo, esprimendosi in più di un'occasione con un linguaggio discutibile e opinioni del tutto inaccettabili".


In particolare, la mozione di sfiducia ricorda la dichiarazione "inaccettabile e che compromette la libertà di voto dei cittadini" del ministro Poletti sulla possibilità di evitare il referendum sul Jobs Act grazie allo scioglimento delle Camere e alla convocazione delle elezioni politiche, e le "affermazioni gravissime" dello stesso ministro sui giovani italiani costretti a cercare lavoro all'estero.