Femminicidio a Musile di Piave: ha ucciso l'ex moglie dopo aver letto le sue chat

Antonio Ascione, il 44enne che ha tolto la vita a Maria Archetta Mennella a coltellate, avrebbe controllato il cellulare della vittima.

Maria Archetta Mennella e Antonio Ascione

Maria Archetta Mennella e Antonio Ascione

globalist 25 luglio 2017

Nelle ultime ore sono emerse novità sull'omicidio di Maria Archetta Mennella, 38enne di Torre del Greco uccisa a Musile di Piave, in provincia di Venezia. A indurre Antonio Ascione, 44 anni, a uccidere l'ex moglie sarebbero stati alcuni messaggi "rubati" sul cellulare della donna: l'uomo avrebbe preso il cellulare di Maria Archetta Mennella e avrebbe iniziato a leggere i suoi messaggi, violando la privacy di quella che un tempo era stata sua moglie, ma che ora aveva tutte le legittime intenzioni di rifarsi una vita. Di andare oltre e chiudere una storia che le aveva regalato due figli e momenti di gioia, ma anche, di recente, di grande preoccupazione.“
Nulla di esagerato in quelle chat. Solo l'evidente rappresentazione di una donna che intendeva conoscere nuove persone. Intrecciare nuove amicizie. Una donna che voleva sentirsi libera, quella libertà che deve aver impaurito Antonio Ascione.