I fascisti europei sabato in piazza: fermateli

A Roma, Madrid, Atene e Budapest Casapound, Alba Dorata e altri manifestano. Ma in tanti non li vogliono

Casapound in corteo, immagine d'archivio

Casapound in corteo, immagine d'archivio

globalist 18 maggio 2016

CasaPound scende in piazza sabato prossimo, 21 maggio 2016, ma c'è chi in queste ore che precedono la manifestazione delle destre xenofobe cerca di alzare la voce per fermare quella che altro non è che una provocazione populista mascherata da corteo.


 Sul sito di Casapound il richiamo ai militanti per partecipare al corteo di estremisti di destra, che avverrà in concomitanza con altre città europee: "Partirà sabato alle 10 da piazza Vittorio il corteo nazionale di CasaPound 'Difendere l'Italia', che vedrà confluire a Roma militanti e simpatizzanti del movimento da tutta Italia. Il corteo, in memoria di Dominique Venner, il 'samurai d'Occidente' che si è tolto la vita a Notredame per risvegliare le coscienze addormentate d'Europa, sarà in contemporanea a Roma, Madrid, Atene e Budapest e saràseguito da un concerto 'a sorpresa' a cui parteciperanno anche band straniere". 


 Il leader di Casapound: rispettiamo gli impegni. "Questo corteo l'avevamo annunciato a novembre scorso da Parigi, dove ci trovavamo per una conferenza con altri movimenti europei proprio mentre sulla capitale francese si abbatteva il furore dei terroristi - ha spiegato Gianluca Iannone, leader di Casapounf. E poiché noi gli impegni li manteniamo, il corteo lo facciamo anche se mancano poche settimane al voto per le amministrative. Roma sarà in piazza, ma non da sola: manifestazioni analoghe si terranno ad Atene, Budapest e Madrid, grazie ad Alba Dorata, Alternativ Europa e Hogar Social, che hanno accettato il nostro invito, mentre una delegazione francese sarà qui nella Capitale a manifestare con noi e a testimoniare che, anche sulla spinta del gesto rivoluzionario di Venner, esiste un fronte europeo che è pronto a scendere in campo per difendere confini, tradizioni e identita': l'Europa dei popoli è in marcia".
Fassina: Alfano vieti la manifestazione.  "La manifestazione delle destre xenofobe e razziste europee è un'offesa a Roma e alla storia antifascista del nostro Paese. Il clima di violenza e di tensione che si registra nelle ultime ore dimostra, inoltre, che siamo di fronte a un evento altamente rischioso sotto il profilo dell'ordine pubblico cittadino. Facciamo appello dunque al Ministro Alfano affinché venga vietata questa parata dell'odio di cui nessuno sente il bisogno. Sarebbe paradossale vedere sfilare per la Capitale, in pieno Giubileo della Misericordia, neofascisti e razzisti di mezza Europa". E' quanto ha dichiarato Stefano Fassina, candidato sindaco di Roma.