Fa troppo rumore: dopo una lite dà fuoco al vicino di casa

Uno screzio nel condominio finisce in tragedia: la vittima gravissima al Niguarda

Ad Albuzzano  sul pianerottolo di un palazzo, un uomo ha dato fuoco al vicino, cospargendolo con liquido infiammabile per barbecue

Ad Albuzzano sul pianerottolo di un palazzo, un uomo ha dato fuoco al vicino, cospargendolo con liquido infiammabile per barbecue

globalist 17 luglio 2017

Ad Albuzzano in provincia di Pavia, durante un violento litigio in piena notte sul pianerottolo di un palazzo, un uomo ha dato fuoco al vicino, cospargendolo con liquido infiammabile per barbecue, perchè lo infastidiva. Era troppo rumoroso, ha detto l'uomo di 41 anni di Vigalfo, che domenica 16 luglio è stato arrestato in seguito al provvedimento del magistrato di turno della Repubblica di Pavia con l'accusa di tentato omicidio. Il vicino di casa si trova ricoverato in gravi condizioni al reparto grandi ustionati dell'ospedale di Niguarda a Milano: ha riportato ustioni di secondo e terzo grado nella maggior parte del corpo. Le possibilità di salvezza sono minime
La vicenda, riportata dai quotidiani "La Provincia pavese" e "Il Giorno", è avvenuta nella notte tra sabato e domenica.
Secondo quanto hanno riferito altri abitanti nel condominio di Vigalfo dove è avvenuto il fatto, il 41enne anche in passato si sarebbe più volte lamentato per i rumori molesti che provenivano dall'appartamento del vicino. I militari stanno ancora lavorando per chiarire la causa precisa di un litigio che si è trasformato in tragedia.
Le testimonianze di inquilini e parenti
E' scoppiata l’ennesima discussione e, alla fine, il 41enne ha gettato dell’alcol addosso al rivale. Poi ha dato fuoco. Il 27enne si è trasformato in una torcia umana. Attimi terribili, davanti ai quali gli inquilini e i parenti dell’aggredito sono usciti a prestare soccorso: tra di essi qualcuno ha chiesto l’intervento del personale del 118 in seguito al quale sono arrivate sul luogo sia l’automedica che l’ambulanza. «Ho fatto di tutto per aiutarlo – sembra abbia detto ai soccorritori – non so cosa gli sia successo». Queste le parole ribadite anche ai carabinieri che non hanno convinto nessuno.