Stuprata a 12 anni da un branco di minorenni. Se questa è l'infanzia in Italia

Al vaglio degli inquirenti, la posizione di 4 ragazzi tra i 14 e i 16 anni, che, nel racconto della vittima, avrebbero invitato la 12enne a una festa, scusa utilizzata per una violenza di gruppo.

Violenza su una donna

Violenza su una donna

globalist 25 maggio 2018

Ha 12 anni, una bambina, la invitano a una festicciola dei ragazzi più o meno della sua età. Lei ci va pensando di trascorrere un bel pomeriggio. Invece l'attende l'inferno.


La Polizia sta indagando su un presunto stupro ai danni di una ragazzina minorenne avvenuto il mese scorso nella zona di Castellammare di Stabia (Napoli). Ad agire, secondo quanto si è appreso, sarebbe stato un branco composto da giovani anche loro minorenni. A denunciare l'accaduto alla polizia sarebbe stata proprio la ragazzina. Al momento non sono stati eseguiti provvedimenti cautelari. L'attività investigativa è coordinata dalla Procura per i Minorenni di Napoli. Al vaglio degli inquirenti, la posizione di quattro ragazzini tra i 14 e i 16 anni, che, nel racconto della vittima, avrebbero invitato appunto la 12enne a una festa, scusa utilizzata per una violenza di gruppo. La ragazzina poi avrebbe raccontato tutto al padre e alla madre. Come è possibile che ci siano 14enni che non trovino meglio da fare che stuprare una bambina? I genitori di questi piccoli mostri pagheranno per una educazione evidentemente intrisa di violenza. Attendiamo le indagini con il solito amaro in bocca. Povere bambine, povere donne, povera infanzia.