La predizione degli esperti: nel 2050 sarà legale sposarsi con un robot

Un convegno a Londra sull'evoluzione della società: tra realtà e fantascienza

Una scena dalla serie tv Westworld

Una scena dalla serie tv Westworld

globalist 28 dicembre 2016

Scherzo? Un po' sì. Fantascienza? Non proprio. Ma chissà come cambieranno i costumi: nel 2050 le relazioni romantiche tra uomini e robot, come quella descritta ad esempio nella serie tv Westworld, saranno la norma, al punto che diventerà legale ufficializzarle con il matrimonio.
Lo hanno pronosticato diversi esperti alla conferenza 'Love and Sex with Robots' alla Goldsmith University di Londra.
A fare la predizione è stato David Levy, uno dei massimi conoscitori al mondo di intelligenza artificiale, che nel 2007 ha scritto un libro intitolato proprio 'Love and sex with robot'. "Può sembrare scandaloso perchè è solo tra 35 anni - conferma Adrian Cheok, esperto della City University di Londra -. Ma 35 anni fa anche i matrimoni omosessuali erano considerati oltraggiosi, e fino agli anni '70 alcuni stati non permettevano a persone bianche e di colore di sposarsi. La società progredisce e si evolve molto rapidamente".
Anche se i robot in circolazione attualmente non sono così simili agli esseri umani da farli innamorare, aggiunge Cheok, il problema da risolvere nei prossimi anni è più nel software, perchè al momento i robot non padroneggiano abbastanza il linguaggio umano.
"Le persone pensano che chiunque si sposi sia innamorato - sottolinea -, ma in molti casi non è così. Molti matrimoni umani non sono felici, e confrontato con un pessimo matrimonio con un uomo uno con un robot sarebbe meglio".