Italia, il triste record mondiale dei morti per morbillo

A fornire i dati è il presidente dell'Istituto di Sanità, Walter Ricciardi. 'Normalmente c'è un decesso ogni tremila casi, qui da noi purtroppo un morto ogni mille'. L 'allerta in Sicilia

Morbillo, massima attenzione in Italia

Morbillo, massima attenzione in Italia

globalist 9 aprile 2018

I no-Vax dovrebbero riflette. Ma seriamente. Perché non mettono a rischio la vita dei loro bambini, ma anche quella degli altri. "Quello che ci sconvolge è che, normalmente, ogni tremila casi di morbillo c'è un morto, invece in Italia stiamo avendo addirittura un decesso ogni mille, che è un record mondiale dal punto di vista della casistica". Lo ha affermato il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Walter Ricciardi, a margine della presentazione a Roma del progetto ''Abbiamo i numeri giusti'. "Probabilmente - ha spiegato Ricciardi - ciò è dovuto ad un combinato di aggressività del virus e debilitazione di questi soggetti che poi muoiono". "In Sicilia - ha poi precisato il numero uno dell'Iss - non c'è una emergenza morbillo, ma un problema acuto, che può però presentarsi in qualsiasi regione del nostro Paese". Il riferimento è al bimbo di 10 mesi morto a Catania tre giorni fa.
Sottolineando che l'abbassamento delle coperture vaccinali è iniziato nel 1999, quando venne meno la certificazione obbligatoria delle vaccinazioni, e che tale calo è aumentato negli ultimi anni, Ricciardi, ha quindi osservato: "Oggi abbiamo decine di migliaia di adulti che non sono immuni, o perché non hanno avuto la malattia o perché non sono stati protetti con le vaccinazioni. E quindi abbiamo milioni di ammalati nel caso dell'influenza e migliaia per il morbillo".