Il livello dei mari salirà per mille anni anche fermando i gas serra

Cattive notizia dal Mit che descrive il fenomeno "inerzia degli oceani": le acque, se riscaldate, si espandono.

Di Pete Mcbride

Di Pete Mcbride

globalist 10 gennaio 2017

Anche se un giorno l'uomo riuscirà ad azzerare le emissioni di gas serra, il livello dei mari continuerà a salire per i successivi mille anni. E' quanto emerge da uno studio del Mit (Massachusetts Institute of Technology), che ha analizzato la concentrazione nell'aria sia di CO2 sia di composti che permangono solo per alcuni anni o decenni in atmosfera come metano, clorofluorocarburi o idrofluorocarburi. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.


Il nuovo studio conferma in sostanza le conclusioni formulate da precedenti ricerche: una volta interrotte le emissioni di CO2 e gas serra, il riscaldamento globale e l'innalzamento dei mari a loro associati proseguiranno per mille e più anni. Inoltre anche per il metano, che ha una permanenza in atmosfera di appena dieci anni, gli effetti dureranno per secoli dopo un eventuale "stop" alle emissioni.
L'inerzia degli oceani. La causa di tale meccanismo è la cosiddetta "l'inerzia degli oceani". Nel momento in cui il termometro del pianeta sale a causa dei gas serra, spiegano gli scienziati, le acque si scaldano e si espandono, facendo innalzare il livello del mare. "Nell'oceano il calore scende sempre più in profondità determinando una continua espansione termica", si legge nello studio. La fuoriuscita di questo calore dal mare, e il conseguente raffreddamento, "fanno parte di un processo molto lento, lungo centinaia di anni".