Strage di cetacei, missione compiuta: il Giappone ha ucciso 333 balene

Incuranti delle proteste internazionali le baleniere giapponesi hanno compiuto la loro 'missione scientifica' nell'Oceano Antartico

Accusa al Giappone per la caccia alle balene

Accusa al Giappone per la caccia alle balene

globalist 31 marzo 2018

Loro, i giapponesi, sono tra i più spietati killer dei mari e continuano imperterriti, infischiandosene delle proteste di altri paesi e delle organizzazioni ambientaliste. Così le baleniere giapponesi sono tornate in porto oggi dopo aver catturato 333 cetacei nell'Oceano Antartico senza far fronte ad alcuna protesta da parte di organizzazioni contrarie alla caccia alle balene: lo hanno annunciato le autorità locali.
Una flotta di cinque navi ha iniziato la sua campagna a novembre come parte della controversa caccia alla balena "scientifica" del Giappone. Tre baleniere, tra cui la nave principale della flotta, la Nisshin Maru, sono arrivate al porto di Shimonoseki, nel Giappone occidentale, ha detto un ufficiale portuale.
In totale, le cinque baleniere hanno catturato 333 balene di Minke, come pianificato alla partenza, senza essere interrotte dalle organizzazioni contrarie a questa campagna, ha detto l'Agenzia per la pesca giapponese.
Un vero schifo, aggiungiamo noi.