I rinoceronti bianchi del Nord a un passo dall'estinzione, si spera nella fecondazione in vitro

Ne restano tre esemplari, due femmine ed un vecchio maschio, dalla salute sempre peggiore. Negli anni '60 se ne contavano 20 mila

Un rinoceronte bianco del Nord

Un rinoceronte bianco del Nord

globalist 3 marzo 2018

I rinoceronti bianchi del Nord si stanno avvicinando all'estinzione. Tre solo esemplari di questa sottospecie sono ancora vivi, e la salute dell'ultimo maschio starebbe peggiorando.
A lanciare l'allarme sono stati i responsabili della riserva keniota Ol Pejeta, dove viveono i tre animali.
Dei tre rinoceronti bianchi del Nord sopravvissuti, uno è il maschio Sudan, le altre sono due femmine, chiamate Fatu e Najin. La specie è minacciata di estinzione a causa del bracconaggio: il corno di rinoceronte è molto apprezzato dagli asiatici, che gli attribuiscono virtù medicinali quasi miracolose.
Alla fine dello scorso anno, Sudan ha subito un'infezione da zampa posteriore destra. L'esemplare, che ha 45 anni, sembrava essersi ripreso bene, ma, negli ultimi tempi, un'altra infezione più profonda della precedente, si è manifestata alla stessa zampa.
I responsabile della riserva si sono detti ''molto preoccupati per lui. È estremamente vecchio per un rinoceronte e non vogliamo che soffra inutilmente''.
Sudan, Najin, Fatu e un altro maschio, che è morto nel frattempo, sono arrivati nella riserva di Ol Pejeta nel 2009 dallo zoo ceco dove avevano vissuto per molti anni.
Negli anni '60 c'erano ancora più di 2000 rinoceronti bianchi del Nord, tra Ciad, Sudan, Uganda e Repubblica Centrafricana, secondo Save the Rhino International, un'organizzazione benefica con sede a Londra.
L'ultimo rinoceronte bianco in natura è stato visto più di 10 anni fa nel Parco Nazionale di Garamba, nella Repubblica Democratica del Congo, una zona dove agivano bande di  feroci bracconieri.
Un piccolo numero di rinoceronti bianchi furono trasferiti in Kenya nella speranza di conservare la sottospecie, ma il tentativo non ebbe esito positivo.
Gli scienziati sperano di salvare il rinoceronte bianco del nord usando le femmine della sottospecie del rinoceronte bianco del sud . Si tratta di utilizzare ovuli prelevati da Najin e Fatu da fecondare con lo sperma di rinoceronte immagazzinato a Berlino.
Circa 20.000 rinoceronti bianchi del sud vivono ora in Africa grazie agli sforzi, avviati sin dagli anni '50, per salvarli dall'estinzione.