Anche senza Savona lo spread continua a salire: toccati i 320 punti base

La crisi italiana manda a picco l'euro, che ieri ha sfiorato 1,16 dollari e stamani ha toccati i minimi in 11 mesi sullo yen.

Anche senza Savona lo spread continua a salire: toccati i 260 punti base

Anche senza Savona lo spread continua a salire: toccati i 260 punti base

globalist 29 maggio 2018

Continua a salire alle prime battute lo spread tra Btp e Bund che ha guadagnato altri 10 punti fino a quota 320, ai massimi da ottobre 2013. Vola anche il rendimento del titolo decennale italiano al 2,90%.


L'apertura era stata ancora in rialzo per lo spread tra Btp e Bund, che stamane segnava 250 punti a fronte dei 233 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano sale al 2,82%


La Borsa di Tokyo termina le contrattazioni col segno meno, con gli investitori che giudicano sempre più intricata l'instabilità politica in Italia sul medio e lungo termine. Il Nikkei ha ceduto lo 0,55% a quota 22.358,43, con una perdita di 122 punti. Sul mercato valutario in Asia l'euro perde terreno sulle principali valute, assestandosi ai minimi in 11 mesi sullo yen, a un livello inferiore a 127.


La crisi italiana manda a picco l'euro, che ieri ha sfiorato 1,16 dollari e stamani ha toccati i minimi in 11 mesi sullo yen. I principali trader a Tokyo, riferiscono le agenzie, giudicano la situazione troppo intricata per fare previsioni sul medio e lungo termine.  Lo spread ha chiuso in forte rialzo a 233 punti, sui massimi da fine 2013. Piazza Affari -2,08%: bruciati 12 miliardi. Oggi da Bankitalia la Relazione annuale sul 2017 e le Considerazioni finali del governatore Visco. Dall'Istat attesi i dati sulla fiducia di consumatori e imprese.