A Bologna dal 2 maggio il Future Film Festival: il cinema si fa tecnologico

Primo e più importante evento in Italia dedicato alle tecnologie applicate all’animazione, al cinema, ai videogame e ai new media

Future Film Festival

Future Film Festival

globalist 19 aprile 2017

Il Future Film Festival debutta il 2 maggio con la XIX edizione, come sempre a Bologna. E, come sempre, c'è molto da vedere nei sei giorni del fitto programma della manifestazione. Apre il concorso concorso in anteprima italiana 7 Minuti dopo la mezzanotte, il nuovo film di J.A. Bayona interpretato da Sigourney Weaver, Felicity Jones, Toby Kebbell, Lewis MacDougall e Liam Neeson. Tratto dall’omonimo romanzo di Patrick Ness, che firma anche la sceneggiatura, il film racconta la commovente storia dell'incontro tra un dodicenne e la creatura fantastica che il ragazzo invoca nei suoi sogni per sfuggire alla solitudine del suo mondo reale. 


Altri nove film partecipano al concorso contendendosi il Platinum Grand Prize. Il grande animatore autarchico Bill Plympton si cimenta per la prima volta con il live action, realizzando un folle e acuto finto documentario intitolato Hitler’s Folly che reinventa il peggior cattivo della storia dell'umanità come un Walt Disney mancato. Gli Stati Uniti sono presenti con altri due film d’animazione, Nerdland di Chris Prynoski scritto da Andrew Kevin Walker e When Black Birds Fly di Jimmy Screamer Clauz, il “Rob Zombie dell’animazione”. La jeune fille sans mains di Sébastien Laudenbach, grande successo allo scorso Festival di Cannes e Menzione speciale della giuria ad Annecy, rappresenta la francia, mentre dall’Ungheria arriva Liza, the Fox-Fairy di Károly Ujj-Mészáros, una scatenata fiaba per adulti, imprevedibile e originale, che mescola fantasy, commedia romantica e musical. Le Filippine fanno il loro debutto in concorso con un curioso mix di cartoni animati, sfondi disegnati e attori in carne ossa, Saving Sally - A Very Typical Love Story di Avid Liongoren. Per chiudere, l'inglese Ethel & Ernest di Roger Mainwood, trasposizione dell’omonimo fumetto in cui il grande Raymond Briggs racconta l’amore dei suoi genitori dagli anni ’30 alla guerra al boom economico, e il giapponese In This Corner of the World di Sunao Katabuchi, racconto poetico che ricostruisce la tragedia di Hiroshima.


Ma il Future Film Festival è anche e, soprattutto, l'occasione per incontrare i grandi talenti dell'animazione moderna. Quest'anno il Festival stimola la conversazione con la domanda "come si inventa un character?", scavando nella genesi di un personaggio animato. A rispondere accorrono l’artista brasiliano Beto Shibata per uno speciale workshop sulla costruzione di character con la cutout animation, l'animatore inglese di fama mondiale Barry Purves, tra i più noti creativi dello studio Aardman (Galline in Fuga, Wallace e Gromit) oltre che collaboratore di Tim Burton su Mars Attacks! e di Peter Jackson per King Kong. Purves è protagonista al FFF con una masterclass, un workshop per adulti e un laboratorio per bambini sulle tecniche della stop-motion. Altro grande ospite è William Gabriele della Framestore di Londra, casa di produzione di effetti speciali per film quali La Bella e la Bestia, Alien: Covenant, King Arthur, Guardians of the Galaxy). Sua è la masterclass sulla produzione dei personaggi per il film Animali Fantastici e dove trovarli.


Illustratori italiani quali Sara Colaone, Vittorio Giardino, Alberto Corradi, Paolo Bacilieri e Davide Fabbri fanno live drawing durante le giornate del Festival per mostrare in diretta al pubblico la creazione dei character da loro creati. Il tema è anche al centro della doppia collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bologna: una mostra di lavori sui character creati dagli studenti e un workshop tenuto dall’animatrice Anna Ciammitti sulla creazione di un personaggio per l’animazione a passo uno. Inoltre, nell’ambito del Future Film Festival e del tema Character WOW!, Ono Arte e FFF propongono un incontro con alcuni artisti che hanno lavorato con il Festival e che abitualmente hanno a che fare con personaggi, inventati o dissacrati. Ad arricchire l’inaugurazione del Festival, l’evento speciale ideato assieme all’Orchestra Senzaspine, in collaborazione con il Mercato Sonato: Character Wow On Air, concerto d’inaugurazione del Future Film Festival. L’orchestra, e in particolare il Novensemble, si esibisce musicando in diretta sequenze di film con character indimenticabili: dal “monolite” di 2001 Odissea nello Spazio a Felix the Cat, da Megaloman a Totoro. Il concerto ed il brindisi inaugurale sono aperti a tutta la città, pensando ad un evento ad ingresso libero che punti a coinvolgere le persone in un’esperienza nuova, fatta di immagini e suoni.


Importantissimo consultare il programma completo sul sito ufficiale del Future Film Festival che riserva ancora molte iniziative per bambini e per adulti. La manifestazione è organizzata da Associazione Amici del Future Film Festival con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Fondazione Cineteca di Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna ed è diretta da Giulietta Fara e Oscar Cosulich.