Le ultime 10:

 
Secondo voi qual è il livello della libertà di stampa in Italia?
  • Bassissimo, basta vedere le classifiche mondiali che ci vedono al 73° posto su 180 paesi monitorati
    11,2%
  • Altissimo, la libertà di informazione è oltre ogni rosea aspettativa
    1,3%
  • Comico, ci sarebbe ma prevale l'autocensura
    4,7%
  • Scarsissimo, c'è ancora il carcere per reati d'opinione
    6,1%
  • Si può fare meglio, ma non siamo certo al fascismo
    4,9%
  • Inesistente, i media sono tutti nelle mani del potere economico-finanziario che determina il bello e cattivo tempo della libertà di stampa
    71,5%

Assicurazione auto e moto Quixa

Un consulente personale tutto per te e la convenienza di un'assicurazione auto e moto a un prezzo eccezionale. Scopri Quixa

Più lette
 
Connetti
Utente:

Password:



Media

Sono 139 i giornalisti morti nel 2012 in zone di guerra

Giornalismo, a volte è mestiere nobile. 139 colleghi morti in zone di conflitto. Il 30% in più rispetto al 2011. Siria, Somalia e Pakistan le zone più pericolose del pianeta.

Desk
martedì 18 dicembre 2012 09:38

Sono almeno 139 i giornalisti uccisi nel 2012 nelle zone di conflitto, ben il 30% in più rispetto all'anno precedente. Lo rende noto la Ong Press Emblem Campaign a Ginevra, secondo cui i decessi sono stati registrati in 29 Paesi, soprattutto in Siria. In Somalia hanno perso la vita 19 giornalisti, mentre in Pakistan, Messico e Brasile sono stati rispettivamente 12.