Le ultime 10:

 
Che cosa ne pensate dei risultati del Governo Renzi?
  • Ha ragione la Cei: basta promesse
    5%
  • Ha ottenuto il 41% quindi deve essere lasciato libero di governare
    8,6%
  • Finita la propaganda fatta a slogan e promesse non resta niente
    51,4%
  • Finita la luna di miele: o dà risultati e è meglio cambiare
    5,9%
  • La rottamazione non ha portato i frutti sperati
    2,7%
  • Non basta essere giovani occorre essere competenti
    11,8%
  • Non comanda più la politica, comanda la finanza internazionale. Quindi Renzi può poco
    14,5%

Assicurazione auto e moto Quixa

Un consulente personale tutto per te e la convenienza di un'assicurazione auto e moto a un prezzo eccezionale. Scopri Quixa

Più lette
 
Connetti
Utente:

Password:



Media

Sono 139 i giornalisti morti nel 2012 in zone di guerra

Giornalismo, a volte è mestiere nobile. 139 colleghi morti in zone di conflitto. Il 30% in più rispetto al 2011. Siria, Somalia e Pakistan le zone più pericolose del pianeta.

Desk
martedì 18 dicembre 2012 09:38

Sono almeno 139 i giornalisti uccisi nel 2012 nelle zone di conflitto, ben il 30% in più rispetto all'anno precedente. Lo rende noto la Ong Press Emblem Campaign a Ginevra, secondo cui i decessi sono stati registrati in 29 Paesi, soprattutto in Siria. In Somalia hanno perso la vita 19 giornalisti, mentre in Pakistan, Messico e Brasile sono stati rispettivamente 12.