Le ultime 10:

 
Chi sono i Black bloc anti Expo di Milano?
  • Bamboccioni come l'intervistato del Tgcom
    3,5%
  • Fascisti
    10,5%
  • Una scheggia impazzita dei No Expo
    5,2%
  • Ultras
    4,7%
  • Figli della Milano bene che un giorno saranno dirigenti
    6,4%
  • Bravi ragazzi
    2,9%
  • Giovani incazzati col mondo
    6,4%
  • Innamorati della scena mediatica
    3,5%
  • Ragazzi coraggiosi che sfidano la polizia
    4,7%
  • Fossero stati coraggiosi avrebbero attaccato il sito di Expo
    2,3%
  • Vigliacchi che si nascondono tra i ragazzini e i manifestanti per colpire di nascosto
    47,1%

Assicurazione auto e moto Quixa

Un consulente personale tutto per te e la convenienza di un'assicurazione auto e moto a un prezzo eccezionale. Scopri Quixa

Più lette
 
Connetti
Utente:

Password:



Media

Sono 139 i giornalisti morti nel 2012 in zone di guerra

Giornalismo, a volte è mestiere nobile. 139 colleghi morti in zone di conflitto. Il 30% in più rispetto al 2011. Siria, Somalia e Pakistan le zone più pericolose del pianeta.

Desk
martedì 18 dicembre 2012 09:38

Sono almeno 139 i giornalisti uccisi nel 2012 nelle zone di conflitto, ben il 30% in più rispetto all'anno precedente. Lo rende noto la Ong Press Emblem Campaign a Ginevra, secondo cui i decessi sono stati registrati in 29 Paesi, soprattutto in Siria. In Somalia hanno perso la vita 19 giornalisti, mentre in Pakistan, Messico e Brasile sono stati rispettivamente 12.