Le ultime 10:

 
Tv del dolore: qual è la peggiore trasmissione televisiva del 2014?
  • Pomeriggio Cinque (Barbara D'Urso)
    53,3%
  • Domenica Live (Barbara D'Urso)
    9,9%
  • Quarto Grado (G. Nuzzi e A. Viero
    6,6%
  • Chi l'ha visto? (Federica Sciarelli)
    6%
  • La vita in diretta (M. Liorni e C. Parodi)
    17,6%
  • L'Arena (Massimo Giletti)
    6,6%

Assicurazione auto e moto Quixa

Un consulente personale tutto per te e la convenienza di un'assicurazione auto e moto a un prezzo eccezionale. Scopri Quixa

Più lette
 
Connetti
Utente:

Password:



Green

Legambiente lancia il progetto vado in bici

Più sicurezza sulle strade, percorsi dedicati e più offerta di connessione con altri mezzi di trasporto pubblico, gli obiettivi del progetto.

redazione
lunedì 19 marzo 2012 14:24

Migliorare la qualità della vita degli amanti della bicicletta: più sicurezza sulle strade, percorsi dedicati e più offerta di connessione con altri mezzi di trasporto pubblico. Sono questi gli obiettivi che si sono prefissati Legambiente e 4 comuni della provincia di Milano: Assago, Cesano Boscone, Corsico e Buccinasco che, insieme alle associazioni del territorio, hanno dato vita ad un grande progetto, finanziato dalla Fondazione Cariplo, dal nome "VadoinBici" che sostiene anche la campagna "Salviamo i ciclisti". L'esigenza di accendere i riflettori su chi usa la due ruote è quanto mai urgente in questi territori in cui inquinamento e traffico hanno raggiunto livelli altissimi e la sicurezza dei ciclisti è ogni giorno messa a repentaglio dalla mancanza di sicurezza sulle strade.

"L'importanza di questo progetto è rappresentata dalla partecipazione di 4 diverse amministrazioni comunali che insieme a noi ambientalisti e a tante associazioni del territorio si uniscono per raggiungere un obiettivo ambizioso ma importantissimo per i cittadini: il miglioramento della qualità della vita di chi decide di spostarsi usando la bicicletta - dichiara Barbara Meggetto, direttrice Legambiente Lombardia -. Una scelta che oggi nelle nostre città è sempre più una sfida con pericoli anche mortali. Eppure chi sceglie il mezzo a due ruote dovrebbe essere in ogni modo tutelato perché non inquina, non occupa spazio e non crea traffico. Siamo orgogliosi dunque di partecipare a VadoinBici, un progetto che vuole creare una nuova cultura della mobilità cittadina".

Ecco perchè i sindaci dei comuni coinvolti nel progetto e gli ambientalisti hanno deciso di promuovere la mobilità ciclopedonale all'interno dei loro comuni, non solo, grazie alla realizzazione di nuove piste ciclabili, ma anche con percorsi, servizi alla ciclabilità e regole per la moderazione del traffico. Inoltre, grazie a questo progetto, si faciliterà la creazione di una rete ciclopedonale tra i vari Comuni. Elemento fondamentale di VadoinBici sarà anche il rafforzamento dell'intermodalità bici e trasporto pubblico locale, individuando centri d'interscambio nei principali nodi, come ad esempio le fermate delle metropolitane e delle stazioni ferroviarie. Grazie a VadoinBici, e al finanziamento della Fondazione Cariplo, i comuni e Legambiente intendono anche facilitare lo spostamento degli studenti attraverso la modalità del treno+bici.

I primi interventi previsti dal progetto "VadoinBici" prevedono la nascita del bike-sharing cittadino nel comune di Assago, a Corsico la realizzazione di attrezzature per favorire l'uso della bicicletta, come le rastrelliere e piccoli parcheggi coperti. Infine, a Cesano Boscone, in calendario c'è la realizzazione del collegamento con il comune di Milano attraverso la messa in sicurezza e l'apertura di percorsi protetti.

"Invertiamo la tendenza, le biciclette devono riappropriarsi del territorio - dichiara Mario Burgazzi Assessore alla partita, grande interesse e partecipazione per divulgare la cultura e la sensibilità per l'utilizzo della bicicletta, un progetto " Vado in Bici" che vede quattro comuni limitrofi e Legambiente coinvolti che fa ben sperare per il futuro. Noi di Assago abbiamo completato il progetto MI-BICI che permette in tutta sicurezza con la bicicletta di raggiungere il capolinea della metropolitana, ora stiamo predisponendo un bando di gara relativo al P.O.R. Progetto Operativo Regionale che consentirà al popolo della bicicletta di raggiungere la fermata della metropolitana Assago Nord e inoltre sempre in tutta sicurezza raggiungere l'alzaia Naviglio Pavese raccordandosi con la pista ciclabile esistente che raggiunge Pavia. Per finire con questo progetto di Vado in Bici il nostro intento oltre ai vari appuntamenti ludico culturali l'obiettivo sarà finalizzato alla realizzazione di un Bike Sharing operativo entro settembre 2012."

Ma oltre agli interventi necessari per migliorare la ciclabilità nei 4 comuni, il progetto "Vado in Bici" si è prefissato anche l'obiettivo di sensibilizzare le persone all'uso della bicicletta. Per questo motivo nei prossimi mesi i responsabili del progetto hanno realizzato un calendario fitto di appuntamenti. Il 25 marzo in occasione delle domeniche a piedi, a Cesano, Corsico e Assago in programma eventi e iniziative per gli amanti della bici. Il 15 aprile ad Assago si svolgerà l'evento "Cascine in Piazza" mentre a Cesano Boscone e Corsico ci sarà "100 bici per giocare". Appuntamenti per il 26 di maggio a Corsico per la biciclettata con l'Istituto Omnicomprensivo, ad Assago per Bici in Festa. Il 27 maggio a Cesano Boscone si svolgerà Festambiente, nello stesso giorno a Corsico ci sarà la manifestazione a cura del Comitato Tutela Alzaia Naviglio. Un'originale pedalata notturna da Assago a Cesano Boscone si svolgerà infine il 16 giugno 2012.

"Andare in bici fa bene alla salute, inquina meno e consente il risparmio - dichiara Rosella Blumetti, assessora a Politiche ambientali ed energetiche, Mobilità e trasporti del Comune di Corsico - per questo vogliamo incentivarne l'utilizzo, anche attraverso la messa in sicurezza delle ciclovie cittadine, che sono percorsi percorribili in bicicletta ma non necessariamente piste ciclabili, troppo onerose da completare in questo buio periodo di tagli finanziari. Il progetto Vadoinbici sta unendo le intelligenze cittadine con l'obiettivo di incentivare l'utilizzo della bicicletta anche fra chi non la usa mai. Appendere sul palazzo comunale un gigantesco striscione invoglierà l'utilizzo della bici e ricorderà il rispetto dovuto ai ciclisti. Tante saranno le iniziative, nelle scuole e in città: la prima in occasione del blocco totale del traffico previsto domenica 25 marzo, in cui i bimbi potranno partecipare a un laboratorio della ciclofficina Gherociclo - Gheroartè per costruire rastrelliere da donare alle scuole cittadine".