Le ultime 10:

 
Tv del dolore: qual è la peggiore trasmissione televisiva del 2014?
  • Pomeriggio Cinque (Barbara D'Urso)
    53,6%
  • Domenica Live (Barbara D'Urso)
    10,2%
  • Quarto Grado (G. Nuzzi e A. Viero
    6,6%
  • Chi l'ha visto? (Federica Sciarelli)
    5,6%
  • La vita in diretta (M. Liorni e C. Parodi)
    17,3%
  • L'Arena (Massimo Giletti)
    6,6%

Assicurazione auto e moto Quixa

Un consulente personale tutto per te e la convenienza di un'assicurazione auto e moto a un prezzo eccezionale. Scopri Quixa

Più lette
 
Connetti
Utente:

Password:



World

Bill Clinton e Obama insieme per raccogliere fondi

Il 42esimo e il 44esimo presidente degli Stati Uniti appariranno a una serie di eventi in programma a Los Angeles e New York, per convincere Wall Street.

redazione
martedì 6 marzo 2012 16:29

Bill Clinton e Barack Obama insieme, per la campagna elettorale. Il 42esimo e il 44esimo presidente degli Stati Uniti appariranno a una serie di eventi in programma nei prossimi mesi a Los Angeles e New York, per raccogliere fondi per la rielezione di Obama, soprattutto tra i manager di Wall Street. A diffondere la notizia, riportata da Bloomberg, sarebbero stati alcuni familiari.

La notizia, però, non è ancora stata confermata ufficiamente: Ben Labolt, portavoce della campagna elettorale del presidente in carica, ha dichiarato che non c'è ancora nulla in programma. Il portavoce di Clinton, Matt McKenna, non ha voluto rilasciare alcun commento.

Negli ultimi eventi organizzati a New York, Obama ha raccolto circa 5 milioni di dollari, di cui circa 2 a Wall Street. In totale, però, ha finora raccolto tra gli uomini della finanza meno soldi di quattro anni fa, secondo il Center for Responsive Politics. Nel 2008, Wall Street era stato il più importante sponsor per Obama. Ora, invece, sembra avergli voltato le spalle: al 31 gennaio, Romney ha ricevuto 6,6 milioni di dollari, Obama 2,3 milioni.

La prospettiva di vedere Clinton e Obama insieme potrebbe convincere altri elettori, soprattutto tra quelli fedeli a Hillary Clinton, a finanziare la rielezione del presidente. E servire a compattare il fronte democratico, nel mezzo della campagna per la nomination repubblicana.