Urru, pagato il riscatto, 007 l'hanno presa in consegna

Fonti dell'intelligence spagnola contattate da Globalist hanno confermato l'avvenuto pagamento del riscatto e l'accoglimento delle altre richieste.

Desk 18 luglio 2012
Fonti dell'intelligence spagnola hanno confermato a Globalist l'avvenuto pagamento di un riscatto per il rilascio di Rossella Urru e dello spagnolo Enrico Gonyalons.

Le fonti non hanno voluto precisare l'entità della somma, che è stata comunque di alcuni milioni di euro, che sono state versate congiuntamente da Italia e Spagna. L'unica informazione è che il pagamento è avvenuto in contanti e in euro.

Confermato anche che nella trattativa si è raggiunto un accordo su altro tipo di aiuti e che effettivamente il rilascio di Ould Faqir, uno degli uomini implicati nel sequestro di Rossella Urru arrestati lo scorso anno e liberato in Mauritania era parte integrante dell'accordo.

Per motivi di sicurezza non era stato comunicato il luogo dove gli 007 stavano aspettando il rilascio della cooperante sarda, che - secondo gli accordi - doveva essere rilasciata dalla banda e consegnata ai mediatori che poi l'hanno portata verso la libertà definitiva.

Poi finalmente arriva la conferma ufficiale della liberazione da parte del ministro Terzi.